|⇨ Calamari alla Salernitana

Calamari

Parlando di calamari, non possiamo celare le sue proprietà nutrizionali abbinate ad un contenuto apporto calorico. Il rapporto peso calorie infatti lo rende particolarmente idoneo per la cosi detta dieta mediterranea.


Tra le altre proprietà organolettiche, la carne di calamaro ha un alto contenuto di sali minerali, quali sodio, potassio, calcio, fosforo, magnesio e vitamina A, ed è un’ottima fonte di proteine a basso tenore calorico.

I molluschi in genere ed i calamari in particolare, inoltre contengono lo iodio, che è un buon toccasana per la nostra tiroide.

Le calorie variano da mollusco a mollusco; se consideriamo inoltre l’uso del calamaro in cucina, 100 grammi di prodotto, equivalgono a sole 68 Kcal. Mangiando calamari si introducono nell’organismo numerose proteine di alto valore biologico. Per un’adeguata dose quotidiana, in linea di massima, si stima che duecentocinquanta grammi di prodotto possano coprire il fabbisogno giornaliero di un adulto. In un confronto parametrato, le calorie del calamaro più o meno si equivalgono con quelle degli altri molluschi: sessantotto Kcal il calamaro, settantadue Kcal le seppie, cinquantasette Kcal il polpo. Tali prodotti ittici sono molto usati nella nostra alimentazione e nella dieta mediterranea; ideale per i soggetti che intendono affrontare un periodo di dieta a basso regime calorico.

Ingredienti per 4 persone:

– 800 gr Calamari
– 2 Rametti Rosmarino
– 2 Spicchi Aglio
– 1 Bicchiere Olio d’oliva
– 500 gr Pomodori Maturi
– Sale
– Pepe
– 1 Pizzico Peperoncino in Polvere
– 30 gr Burro
– 1 Cucchiaio Prezzemolo Tritato

Procedimento:

Pulite accuratamente i calamari; lavateli molto bene, poi tagliateli a striscioline e poneteli ad asciugare su un telo. Staccate tutte le foglie dal rosmarino e tritatele finemente con l’aglio. Mettete questo trito sul fuoco, in un tegame con l’olio, e fatelo rosolare per qualche minuto. poi aggiungete i calamari e continuate la cottura a fiamma bassa, mescolando spesso. Lavate i pomodori, pelateli, privateli dei semi e tritateli finemente, oppure passateli al setaccio (volendo, potrete usare anche dei pelati in scatola). Unite il passato di pomodoro ai calamari, regolate di sale e di pepe e insaporite con il peperoncino. Lasciate stufare a fuoco molto basso e a recipiente coperto per circa 2 ore. A cottura ultimata, unite al sugo di cottura il burro e il prezzemolo tritato. Mescolate bene e servite subito, ben caldo. I ‘calamari alla salernitana’ sono ottimi con un contorno di riso pilaf o di polenta.