|⇨ Arrosto primavera

Proseguiamo il consueto appuntamento con la nostra rubrica settimanale dedicata alla cucina al microonde proponendovi la ricetta del delizioso Arrosto primavera.


L’ Arrosto primavera è un prelibato secondo piatto che qui viene proposto secondo la filosofia della cucina a microonde. Questo secondo piatto vi incuriosirà prima, per poi conquistarvi con i suoi profumi e sapori unici ed indescrivibili. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poter realizzare i Arrosto primavera.

Ingredienti per 4 persone:

– Noce di manzo: 600 gr.
– Rosmarino: 1 rametto
– Alloro: 2 foglie
– Olio di oliva extravergine: 4 cucchiai
– Vino bianco secco: mezzo bicchiere
– Sale e pepe: q.b.
» Per il contorno:
– Peperone: 1
– Rapanello: 1 per commensale
– Indivia belga o riccia: 1 cespo
– Altra verdura a piacere

Procedimento:

In un contenitore di pirex mettete l’olio, le erbe aromatiche e l’aglio. Salate e pepate la carne ben sgrassata e ben legata. Posatela nel contenitore e lasciatela marinare un paio d’ore, rigirandola più volte ed evitando di bucarla. Ponete il contenitore nel forno preriscaldato a 250°C e fate colorire rigirando spesso. Non appena sarà ben rosolata aggiungete il vino o del brodo vegetale e abbassate il calore a 220°C. Finite la cottura spennellando spesso la carne con il fondo di cottura facendo attenzione affinché questo non asciughi troppo. Quando la noce di manzo sarà cotta, toglietela dal forno e tagliatela a fette dello spessore desiderato. Lavate e asciugate l’insalata e le altre verdure; disponete qualche foglia di insalata intera, un rapanello tagliato a fiore, qualche filino di peperone, un ciuffetto di prezzemolo e una fetta di arrosto nel piatto di ogni commensale. Servite quindi in tavola.

Nota Bene:

La carne di manzo è una carne rossa, ricca di sostanze estrattive, sanguigna e perciò più ricca di ferro. La digeribilità dipende dal taglio della carne, dall’età dell’animale e dalla percentuale di grasso. Come tutte le carni rosse, va consumata occasionalmente.

I tempi di cottura potrebbero variare da forno a forno, da marca a marca e da modello a modello, per tale motivo i tempi espressi nella presente ricetta vanno considerati come puramente indicativi, quindi fate affidamento alla vostra esperienza ed alla vostra conoscenza del modello e marca di forno a microonde che possedete.