Anguilla al forno

L’anguilla  è un pesce teleosteo della famiglia Anguillidae. In alcune regioni italiane la femmina di grandi dimensioni (lunghe fino a un metro e mezzo) viene chiamata capitone mentre il giovanile, sottile e trasparente (40–60 mm), prende il nome di ceca. Gli esemplari di dimensioni maggiori (femmine) sono molto apprezzati in cucina e vengono di solito messi in vendita vivi, in apposite vasche colme d’acqua dolce. L’anguilla è destinata tipicamente al consumo natalizio. Viene preparata in umido, o anche fritta. Gli avanzi vengono di solito riciclati il giorno successivo dopo averli marinati in aceto aromatizzato con origano, alloro, aglio e pepe. Si tratta di una pietanza molto grassa (circa 24 g di grassi su 100 g di prodotto fresco). Al di fuori della tradizione natalizia si preferisce la preparazione alla brace che, permettendo la colatura del grasso in eccesso, garantisce una digeribilità più elevata.

Ingredienti per 4 persone:

–  1 kg di anguilla,
–  sale grosso,
–  farina,
–  mezzo bicchiere d ‘olio,
–  100 g di burro,
–  tre spicchi d ‘aglio,
–  sale,
–  pepe.

Procedimento:

Tagliate l’anguilla a pezzi di circa 10 centimetri (dopo averla strofinata con sale grosso, per eliminare la vischiosità della pelle), lavateli ed asciugateli, quindi infarinateli e passateli nell’olio bollente a dorare. Togliete i pezzi di pesce dal recipiente. Aggiungete all’olio di cottura il burro e gli spicchi d’aglio, fateli rosolare, aggiungete al condimento due mestoli d’acqua e versate il tutto sui pezzi di anguilla che avrete nel frattempo disposto in una pirofila, salate e pepate. Ponete in forno per circa 15 minuti. Servite ben caldo nello stesso recipiente di cottura.