|⇨ Anatra arancia e Curaçao

Curaçao

Il Curaçao è un liquore a base di scorze di laraha, un tipo di arancia dal caratteristico sapore amaro che cresce nell’isola di Curaçao, dipendenza dei Paesi Bassi. Tale pianta è una varietà di arancia amara non nativa dell’isola, ma importata dagli spagnoli.


Il suolo povero di nutrienti e il clima arido di Curaçao hanno cambiato il gusto iniziale del frutto, creando questa varietà (laraha). Scoperto per caso, il liquore fu affinato e commercializzato da una famiglia spagnola dell’isola di Curaçao, la famiglia Senior, nel corso del XIX secolo.

Per fabbricare il liquore vengono fatte essiccare le scorze d’arancia, in modo da far sprigionare i dolci oli essenziali. Successivamente vengono fatte macerare in alcool, zucchero e acqua per diversi giorni per poi filtrare il tutto e aggiungendo alcune spezie.

Il liquore ha un deciso gusto di arancia con gradazione alcolica e amarezza del gusto variabili a seconda del produttore. Il colore è generalmente trasparente, ma vengono spesso commercializzate versioni colorate di verde, rosso, arancione e, spessissimo, blu.

Il Blue Curaçao è utilizzato principalmente per cocktail esotici come lo Swimming Pool.

Ingredienti per 4 persone:

– 1 Anatra del Peso di 1200 G
– 50 gr Burro
– 2 Arance
– Poco Zucchero
– Poca Farina
– 1 Bicchiere Vino Bianco Secco
– Poco Brodo
– Liquore all’arancia (curacao)
– Olio d’oliva
– Sale
– Pepe

Procedimento:

Fiammeggiate l’anatra, eliminate le zampe, la testa, la ghiandola che si trova sul portacoda lavatela in acqua corrente, sgocciolatela e asciugatela. Mettetela a rosolare in una casseruola con un pezzetto di burro e qualche cucchiaiata di olio, salatela, pepatela e bagnatela con mezzo bicchiere di vino bianco. Proseguite la cottura lentamente, cospargendo di tanto in tanto l’anatra con il suo sughetto. Unite durante la cottura un po’ di brodo bollente. Nel frattempo sbucciate le arance cercando di intaccare solo la parte gialla e non quella bianca, perché amara. Tagliate la buccia a listerelle sottilissime, scottatele per qualche minuto in acqua in ebollizione, scolatele e lasciatele raffreddare. In una casseruolina a parte raccogliere lo zucchero (circa due cucchiaiate) con qualche cucchiaio di acqua. Mettetelo al fuoco e fatelo leggermente caramellare; quindi unitevi il succo delle arance e lasciate ridurre il liquido della metà circa. Fate sciogliere a parte il rimanente burro, unitevi un cucchiaino di farina e lasciate leggermente tostare il composto. Aggiungete due decilitri circa di brodo e fate addensare la salsa. Mescolatela quindi allo sciroppo di arance unendo anche il liquore alla arancia e le scorzette. Sgocciolate l’anatra dal sugo, tagliatela a pezzi (oppure lasciatela intera) e disponetela su un piatto. Sgrassate il sugo dell’anatra e mescolatelo alla salsa, precedentemente preparata.