Crespelle di radicchio con ricotta e prosciutto

La pianta del radicchio, nome scientifico Chicorium Intybus, appartiene alla famiglia delle Composite, gruppo delle cicorie; le varietà di radicchio sono tre e precisamente: il radicchio rosso caratterizzato appunto da foglie di color rosso scuro, il radicchio variegato con foglie verde chiaro striate da venature di rosso ed il radicchio bianco.

Il radicchio è un ortaggio con buone proprietà benefiche per la salute del nostro organismo: ha innanzitutto proprietà depurative e, grazie all’alto contenuto di acqua, la presenza di fibre e principi amari, favorisce la digestione ed il buon funzionamento dell’intestino; grazie al suo basso apporto calorico il radicchio è un alimento molto indicato anche per le diete ed i regimi alimentari controllati.

Il calcio ed il ferro presenti nel radicchio rosso sono in grado di favorire il metabolismo delle ossa rendendole più forti; gli antociani presenti nel radicchio rosso hanno proprietà preventive nei confronti delle malattie cardiovascolari, mentre, il triptofano, apporta benefici al sistema nervoso contrastando i disturbi legati all’insonnia.

Da recenti studi svolti all’Università di Urbino sembra che il radicchio rosso contenga molte più sostanze antiossidanti rispetto ad alimenti più famosi per questa proprietà come mirtilli e uva passa; grazie a questa sua caratteristica il radicchio rosso ha la proprietà di rallentare l’invecchiamento cellulare e di prevenire l’insorgere di alcuni tipi di tumore, soprattutto a livello intestinale. Non solo. Anche la pelle trae benefici dalla presenza di sostanze antiossidanti mantenendosi giovane più a lungo; gli antiossidanti apportano benefici anche in quei soggetti che soffrono di artrite e reumatismi.

Affinché si possa attingere a tutte le proprietà salutari del radicchio rosso è bene ricordare che questo ortaggio deve essere consumato fresco. quello che vi stiamo per proporre è un primo ricco ma la tempo stesso anche anomalo, che ben si adatta ai piatti che di solito si preparano nelle ormai imminenti festività natalizie ma che può comunque essere preparato anche al di fuori di esse

Ingredienti per 12 crespelle:

300 g di ricotta,
150 g di prosciutto cotto,
3 uova,
150 g di farina,
300 ml. di latte,
5 cucchiai di grana grattugiato,
30 g di burro,
un piccolo cespo di radicchio rosso,
un piccolo scalogno,
origano,
sale e olio q.b.

Per la crema di patate e porri:

un porro,
3 patate,
timo,
sale e olio q.b.

Procedimento:

Preparare la crema di patate soffriggendo il porro tagliato a rondelle con un po’ di burro, aggiungete circa mezzo litro d’acqua e portare a bollore, poi immergete anche le patate pelate e tagliate a pezzi, fate cuocere e frullate il tutto. Tritare lo scalogno e farlo appassire con un po’ di burro, tagliare finemente e a quadrucci il cespo di radicchio rosso e farlo soffriggere con lo scalogno fino a quando sarà morbido. Sbattere le uova con il latte, aggiungere la farina e poi il burro fuso, e quando sarà freddo anche il radicchio, mescolare bene, dovrà essere molto fluido quindi eventualmente regolate con qualche cucchiaio di latte e salare. Con il composto fate dei dischi mettendone due o tre cucchiaiate in un padellino antiaderente di circa 15 cm. di diametro appena un po’ unto. Appena è un po’ rappreso con una spatola girate il disco per qualche secondo e mettetelo da una parte su di un piatto grande, continuate così fino ad esaurimento. Schiacciare la ricotta con la forchetta e aggiungete il prosciutto cotto tritato finemente, l’origano, e il grana, regolare di sale. Con un saccapoche dalla punta larga, si ripieno di ricotta, sistemate una striscia di ricotta sulla larghezza della crespelle e arrotolatela ben stretta. Così per tutte le altre. Una volta terminato, tagliate a cilindri ogni crespelle e metteteli in piedi in una pirofila, oliate la loro superficie e andate così a infornare sotto il grill fino a che cominceranno leggermente a dorare. Intanto riscaldate ben bene la crema di patate e ricoprite o versate tutto intorno ai cilindri di crespelle cospargendo alla fine di parmigiano, servire tutto ben caldo con qualche fogliolina di timo.