Tagliatelle verdi alla bolognese al Bimby

Le Tagliatelle verdi alla bolognese sono il primo piatto che abbiamo scelto per proseguire il nostro consueto appuntamento settimanale con le ricette per il Kenwood Chef, uno dei robot da cucina tra i più conosciuti e diffusi in Italia. Si tratta di un appetitoso e colorato primo piatto a base di spinaci che ci permette di servire un primo piatto adatto sia ad un pranzo che una cena. Per sua natura questo primo piatto si presenta in maniera abbastanza coreografica il che lo rende ideale per le grandi occasioni. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poterlo realizzare al meglio.

Ingredienti per 6 persone:

– 500 gr di farina 00
– 200 gr di spinaci lessati
– 3 uova
– Sale q.b
– 150 gr di polpa di manzo
– 150 gr di polpa di vitello
– 100 gr di pancetta di maiale
– 60 gr di burro
– 1 cipolla
– 1 carota
– 1 costa di sedano
– 100 ml di vino rosso
– 1 cucchiaino di estratto di carne
– Latte q.b.
– Salsa di pomodoro
– Brodo di carne
– Sale e pepe

Procedimento:

Parmigiano Reggiano Grattugiato
Inserire la grattugia a rullo coi buchi più piccoli, nella presa frontale e grattugiare il Parmigiano Reggiano; conservarlo in frigorifero.
Sfoglia verde
Strizzare gli spinaci tra le mani per eliminare quanta più acqua possibile. Tritarli finemente nel food processor con la sua lama e lasciarli sgocciolare ulteriormente in un setaccio. Inserire il gancio a spirale e versare nella ciotola inox circa metà farina, un pizzico di sale, le uova e gli spinaci. Infine coprire il tutto con la restante farina e avviare la macchina inizialmente a velocità minima. Quando il composto avrà iniziato ad assumere un aspetto quasi omogeneo aumentare a velocità 2. Il tempo necessario alla lavorazione è indicativo: anziché impostare il timer consigliamo di verificare a vista la compattezza della pasta, la durata della lavorazione è influenzata dall’umidità della farina e degli spinaci, dalla grandezza delle uova quindi è poco utile volerlo stabilire a priori.
Quando la pasta risulta omogenea sia di consistenza sia di colore terminare la lavorazione; estrarre e lasciarla riposare 20 minuti coperta da pellicola alimentare
Tagliatelle
Inserire la sfogliatrice nella presa frontale. Infarinare leggermente un piano di lavoro dove adagiare le tagliatelle una volta tagliate. Suddividere la pasta in palline da circa 150 gr ciascuna e iniziare a stenderla a velocità 1. Procedendo la lavorazione in serie delle sfoglie diminuire via-via lo spessore avendo cura di cospargere le sfoglie con una spolverata di farina tra un passaggio e il successivo.
Quando tutta la pasta sarà stesa, cambiare l’accessorio ed inserire il tagliapasta a tagliatelle. A velocità minima iniziare il taglio delle sfoglie e formare i nidi da lasciar seccare fino al loro utilizzo; disporli sul un piano di lavoro coperto da un panno bianco da cucina e leggermente infarinato.
Ragù bolognese
Collocare il food processor e tritare grossolanamente la carota, il sedano e la cipolla, usando la velocità a impulsi. Conservare questo trito coperto da pellicola alimentare fino al suo utilizzo.
Inserire il tritacarne con il disco medio, nella presa frontale. Macinare i tre tipi di carne due volte; al secondo passaggio mescolarle prima di inserirle nell’apposita apertura e aggiungere la pancetta di maiale.
Nella ciotola inox preparare il gancio a mezza luna per la cottura. Inserire il burro e impostare la temperatura a 80°C a fase 2 per 2 minuti. Nel frattempo mescolare il trito di odori con la carne macinata; quindi aggiungere il tutto al burro leggermente soffritto e lasciar rosolare impostando la temperatura a 120°C, fase di mescolamento 3 fino a colorazione. Sfumare con il vino e aggiungere 200 ml di brodo. Aumentare la temperatura 140°C mantenendo la fase di mescolamento invariata fino all’assorbimento. Stemperare in altri 20 ml di brodo l’estratto di carne e aggiungere nella ciotola inox senza variare i parametri di cottura fino a evaporazione. Aggiungere un cucchiaio di salsa di pomodoro ben concentrata e coprire a filo con il latte bollente; posizionare il coperchio paraspruzzi e cuocere fino a quando tutto il latte non sia consumato a temperatura di 140°C e fase di mescolamento 3.
Cuocere le tagliatelle in acqua bollente salata e scolarle al dente; condirle con il ragù ed una spolverata abbondante di Parmigiano Reggiano.