|⇨ Sgonfiotti allo stracchino

Sgonfiotti allo stracchino

I deliziosi Sgonfiotti allo stracchino sono un ghiottissimo e squisito primo piatto che abbiamo selezionato per voi per proseguire la nostra consueta rubrica settimanale dedicata al Bimby, uno dei robot da cucina tra i più conosciuti e diffusi in Italia.


La ricetta che stiamo per proporvi è un classico primo piatto tipico della cucina italiana che qui viene realizzato seguendo la filosofia del Bimby.

Gli invitanti Sgonfiotti allo stracchino, risulteranno estremamente facile da realizzare e, grazie al nostro insostituibile Bimby, li si potrà realizzare anche in tempi decisamente contenuti. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poter realizzare gli squisiti Sgonfiotti allo stracchino.

Ingredienti per 18 pezzi:

– 250 gr di stracchino non troppo morbido
– 130 gr circa di farina
– 2 cucchiai di Parmigiano grattugiato
– un ciuffetto di prezzemolo tritato
– a piacere qualche filo di erba cipollina tagliuzzato
– 2 uova
– 1/2 cucchiaino di bicarbonato
– noce moscata q.b.
– sale q.b.
– pane grattugiato q.b.

Possibili VARIANTI:

– Farciture con affettati, tipo speck, cotto ecc.
– Inserire cubetti di mozzarella
– Pecorino invece del parmigiano o misti
– Lievito per salati invece del bicarbonato
– Un pizzico di zenzero, nell’impasto
– Un trito di erbe aromatiche miste
– Rotolarli nei semi di papavero, sesamo ecc.
– oppure nei fiocchi d’avena o pistacchi tritati
– Tagliati a metà dopo cotti e farciti come mini-panini
– Con pari peso di gorgonzola dolce al posto dello stracchino

Procedimento:

Se non erano già tritati in precedenza, mettere nel boccale parmigiano e prezzemolo e tritare: 10 sec vel da 6 a 8. Aggiungere quindi tutti gli altri ingredienti, tranne il pane grattugiato, e amalgamare: 45 sec vel 3. Deve risultare un composto morbido ma consistente, se dovesse essere troppo molliccio aggiungere ancora un po’ di farina, ma resta comunque abbastanza appiccicoso. Toglierlo dal boccale con la spatola e metterlo in una terrina a riposare una decina di minuti in frigorifero. Nel frattempo accendere il forno a 220° (io ho usato il ventilato). Formare delle pallottoline grandi più o meno come una noce. L’impresa non è agevolissima perchè l’impasto tende a rimanere attaccato alle mani, ma ci si riesce alla grande se si tiene vicino un mucchietto di farina con cui cospargersi le mani prima di appallottolare ogni polpettina. Rotolare le pallottoline nel pane grattugiato. Non se ne attaccherà molto, perchè le pallocche saranno un po’ infarinate, ma va bene così. Disporre in una teglia, molto distanziati tra loro perchè in cottura si gonfieranno tantissimo. Mettere nel forno caldo per 12/15 minuti (controllare la cottura, devono essere gonfi e dorati). Servire caldi o tiepidi.