Minestra asparagina

Gli asparagi sono piante erbacee perenni originarie dell’Asia, ormai diffusi in tutta Europa, e sono caratterizzati da radici che producono germogli “squamosi”, le caratteristiche punte  commestibili dell’asparago, il cui nome scientifico è turioni.

Dato il loro alto contenuto di potassio, gli asparagi rappresentano un alimento molto utile al cuore e ai muscoli in generale; degno di considerazione il loro effetto diuretico a causa del rapporto potassio/azoto molto elevato e dell’asparagina, che oltretutto è responsabile del forte odore penetrante. Gli asparagi sono inoltre ipocalorici e apportano una quantità equilibrata di vitamine e sali minerali all’organismo che sono pressoché indispensabili per il buon funzionamento del sistema nervoso e del cuore.

Come quasi tutte le piante esistenti in natura, gli asparagi hanno proprietà curative; infatti vengono consigliati per la cura di patologie reumatiche e problemi urinari.

Le radici degli asparagi vengono utilizzate per dare giovamento ai sofferenti di cuore, eliminando l’acqua che ristagna nei vari tessuti a causa della debolezza dell’attività cardiaca. Il metodo migliore per l’assunzione degli asparagi al fine di esaltarne le proprietà diuretiche è rappresentato dal decotto.

Ingredienti per 4 persone:

500 g di asparagi,
200 g di riso,
25 g di burro,
parmigiano grattugiato,
prezzemolo tritato,
2 dadi,
olio, sale e pepe q.b.

Procedimento:

Pulire gli asparagi eliminando la parte più dura, quindi metterli in 1 tegame con il burro, 1 filo d’olio e 1 pizzico di prezzemolo tritato. Lasciarli soffriggere per qualche minuto, salare e pepare, quindi unire i due dadi sciolti in 1 litro e mezzo d’acqua. Portare a bollore e versare il riso. Dopo circa 1/4 d’ora spegnere il fuoco, spolverizzare con parmigiano e prezzemolo e servire in tavola.

Tags: