Fagottini di pasta sfoglia ai wurstel

Il wurstel, detto anche salsicciotto, (il termine proviene dal diminutivo della parola tedesca wurst, “insaccato”, secondo i dialetti tedeschi meridionali, laddove il termine in tedesco standard, hochdeutsch, suonerebbe würstchen) è una specie di insaccato fatta con carni tritate, bovine e suine, tipica della Germania e dell’Austria e, in Italia, dell’Alto Adige.

Il wurstel commercializzato in Italia corrisponde generalmente al wiener o wiener würstchen (letteralmente “salsicciotto di Vienna” o “viennese”) reperibile in Germania. Lo stesso prodotto in Svizzera è chiamato wienerli e in Austria frankfurter (würstel), letteralmente “salsicciotto di Francoforte”, sebbene in origine le due tipologie (wiener e frankfurter) non siano identiche: il primo più corto e servito appaiato a un altro, il secondo lungo e servito da solo. Recentemente il würstel “italiano” ha raggiunto una propria individualità, tanto che si può parlare di una tipologia (parzialmente) distinta.

Solitamente i würstel vengono venduti caldi lungo le strade e le vie dei centri storici in caratteristiche bancarelle o carrettini, assieme a un panino e salse a scelta (senape, ketchup, maionese, o salsa al curry). Gli americani chiamano questo panino hot dog (che si può tradurre in italiano in “cane caldo”), sebbene gli americani chiamino i würstel “wiener” e “frankfurter” (i primi composti da un misto di manzo e maiale, i secondi di puro suino) il termine hot dog adesso per estensione può riferirsi anche alla singola salsiccia.

Ingredienti per 6 persone:

  • 200 g di pasta sfoglia,
  • 2 cucchiai di senape dolce,
  • 1 uovo,
  • 12 wurstel di maiale,
  • sale.

Procedimento:

Stendete la pasta in una sfoglia sottile, servendovi del matterello, tagliatela in rettangoli di 5×8 cm e spalmate questi ultimi con un poco di senape dolce. Ponete al centro di ciascun rettangolo un pezzetto di wurstel, lungo un paio di cm, e richiudete la pasta attorno al ripieno formando tanti fagottini. Man mano che vengono pronti disponeteli sulla piastra del forno leggermente inumidita, quindi spennellateli con un uovo sbattuto con una presa di sale e fateli cuocere nel forno già caldo (220°) per circa 20 minuti, in modo che la pasta assuma una bella colorazione dorata. Quando i fagottini sono pronti, toglieteli dal forno, staccateli dalla piastra con l’aiuto di una spatola, sistemateli su una piatto di portata e servite.