Caserecce con le triglie

Come abbiamo già ripetutamente visto, il pesce è un ingrediente molto diffuso nella cucina Siciliana, se non addirittura fondamentale. Ancora un volta il pesce torna ad essere l’ingrediente fondamentale per una ricetta ma contrariamente a quanto ci aspetterebbe non si tratta di un secondo, bensì di un primo che ben si sposa con questo particolare tipo di pesce: le triglie. Questi pesci hanno un aspetto caratteristico ed abbastanza uniforme con corpo abbastanza allungato ed affusolato, fronte ripida, occhio grande, due pinne dorsali ben separate, pinna caudale forcuta e soprattutto due vistosi barbigli sotto il mento.

La colorazione, al contrario dell’aspetto del corpo, piuttosto uniforme, è molto variata e spesso ricca di colori vivaci come rosso vivo e giallo oro. Le dimensioni non sono mai molto grandi, solitamente comprese tra i 15 ed i 25 cm e le loro carni si contraddistinguono per il sapore dolciastro.

Questo particolare tipo di pesce è molto comune ed è diffusissimo in tutte le province della Sicilia, quindi non c’è da stupirsi se lo ritroviamo in molteplici ricette con altrettanti diversi modi di preparazione.

Ingredienti per 4 persone:

300 gr. di caserecce (meglio ancora se fresche),
3 cucchiai d’olio,
4 cucchiai vino bianco secco,
2 triglie medie,
1 scalogno,
1 pomodoro maturo,
½ peperone verde,
½ cucchiaio semi di finocchio,
sale e pepe q.b.

Procedimento:

Pulite le triglie e ricavatene 4 filetti. Tritale lo scalogno e tagliate a cubetti il pomodoro e il peperone, dopo averne eliminato i semi. In una padella scaldate l’olio e fate rosolare lo scalogno per 1 minuto a fuoco lento. Unite i filetti di triglia, girateli su entrambi i lati e bagnateli con il vino. Quando sarà evaporato, aggiungete i cubetti di verdura e i semi di finocchio. Bagnate con mezzo bicchiere di acqua e lasciate cuocere a fuoco medio. Nel frattempo, fate cuocere le caserecce in abbondante acqua salata. Scolatele e versatele nella zuppiera. Conditele con il sugo di triglie e con il pepe.

Tags: