|⇨ Cannelloni ripieni di taleggio e porri

Cannelloni ripieni di taleggio e porri

Proseguiamo il consueto appuntamento con la nostra rubrica settimanale dedicata alla cucina al microonde proponendovi la ricetta dei nostri Cannelloni ripieni di taleggio e porri.


I deliziosi Cannelloni ripieni di taleggio e porri sono il prelibato primo piatto che qui viene proposto secondo la filosofia della cucina a microonde.

Questo secondo piatto vi incuriosirà prima, per poi conquistarvi con i suoi profumi e sapori unici ed indescrivibili. Scopriamo cosa serve e cosa fare per poter realizzare gli squisiti Cannelloni ripieni di taleggio e porri.

Ingredienti per 4 persone:

– 2 CUCCHIAI BRODO VEGETALE
– q.b. OLIO DI OLIVA EXTRAVERGINE
– 40 GRAMMI PARMIGIANO GRATTUGIATO
– q.b. SALE
– 150 GRAMMI TALEGGIO
– q.b. PEPE
– 100 GRAMMI BURRO
– 1 DECILITRO PANNA FRESCA
– 2 PORRO
– 1 RAMETTO SALVIA
– 250 GRAMMI CANNELLONI

Procedimento:

Pulisci i porri, tagliali a metà nel senso della lunghezza, lavali e affettali sottili. Falli appassire a fiamma dolce in un tegame antiaderente con una noce di burro e qualche foglia di salvia. Bagnali con il brodo, insaporisci con una macinata di pepe, copri e fai cuocere per circa 15 minuti, mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno. Togli la crosta al taleggio, spezzettalo, mettilo in una ciotola e bagnalo con la panna. Lessa i cannelloni in acqua bollente salata a cui avrai aggiunto un cucchiaio di olio per evitare che la pasta si attacchi. Togli il coperchio al recipiente con i porri, fai restringere il fondo di cottura a fiamma viva, spegni e incorpora metà del taleggio. Mescola bene in modo da ottenere un composto cremoso. Sgocciola i cannelloni al dente, farciscili con il composto di porri e sistemali, uno accanto all’altro, in una teglia imburrata, senza sovrapporli. Cospargili con il taleggio rimasto e qualche fogliolina di salvia, spolverizzali con il formaggio grattugiato, aggiungi qualche fiocchetto di burro e fai gratinare nel microonde usando la funzione crisp oppure in forno caldo ed in entrambi i casi proseguire finché la superficie inizia a dorare.

Nota Bene:

I tempi di cottura potrebbero variare da forno a forno, da marca a marca e da modello a modello, per tale motivo i tempi espressi nella presente ricetta vanno considerati come puramente indicativi, quindi fate affidamento alla vostra esperienza ed alla vostra conoscenza del modello e marca di forno a microonde che possedete.