Pasta con il cavolfiore alla trapanese

Nei mesi scorsi vi abbiamo proposto gli spaghetti alla trapanese, quest’oggi torniamo a far visita a questa provincia proponendovi un altro piatto tipico di questa zona dell’isola. Come si evince dal nome si tratta di un piatto tipicamente autunnale che sa regalare in egual misura bontà e sapori.

Ingredienti:

500 g di bucatini,
200 g di polpa maiale tritata,
1 cipolla,
200 g di estratto di pomodoro,
un cavolfiore medio,
100 g di tuma,
50 g di mandorle abbrustolite,
100 pecorino,
100 farina,
olio, sale e pepe q.b.

Procedimento:

Lessate il cavolfiore, scolatelo e tagliatelo a pezzetti. Sciogliete la farina con un po’ d’acqua, in modo da preparare una pastella, versatevi le cime di cavolfiore, aggiungete sale e pepe e friggete in olio caldo. A parte soffriggete la cipolla affettata con un po’ di olio, unite la carne tritata, lasciate rosolare e aggiungete l’estratto di pomodoro, allungate con un po’ di acqua, regolate il sale e il pepe e lasciate addensare per una decina di minuti. Lessate i bucatini, scolateli al dente e conditeli con il sugo preparato, aggiungete pecorino grattugiato e le mandorle tritate, mescolate e versate in una teglia unta d’olio, unite le frittelle di cavolfiore e la tuma a pezzetti, coprite con altra pasta condita, spolverate con pecorino grattugiato, un filino d’olio e passate al forno caldo per venti minuti.

Tags:  

Un commento a Pasta con il cavolfiore alla trapanese

  • gretha  dice:

    caspita, questa ricetta é decisamente diversa da quella della pasta e cavolfiore che conosco e preparo. La proverò ma forse é il caso di cambiarle nome :-)

Lascia una risposta

Testo prima del form


*

È possibile utilizzare questi tag HTML e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>