Nemesis Long Drink

Quella che stiamo per proporvi è la ricetta di un cocktail estremamente facile da realizzare e che negli ultimi tempi sta prendendo piede presso i giovani, un po’ per gli ingredienti utilizzati ed un po’ il sapore unico e particolare che lo contraddistingue. Stiamo  parlando del Cocktail Nemesis, ultima invenzione che arriva dagli Stati Uniti, ma attenzione a non confonderlo con l’omonima birra.

Gli ingredienti, se si esclude il ghiaccio, sono solo quattro la vodka, un liquore al caffè e la birra Guinness. La Guinness è una famosa birra di tipo stout o di tipo porter prodotta dalla Arthur Guinness Son & Co., una fabbrica di birra irlandese fondata a Dublino nel 1759 da Arthur Guinness nella celebre St. James’s Gate Brewery. Si sceglie questo particolare tipo di birra perché si presenta scura, quasi nera, ma il colore vero è molto simile al rosso rubino (è possibile notarlo guardandola controluce). Il gusto è decisamente amarognolo, corposo e facilmente riconoscibile, ma attenzione si tratta di un cocktail altamente alcolico buono ma non per tutti.

Ingredienti:

11,1% di vodka pari a circa 25 cl.
11,1%  di liquore al caffè (Tia Maria, Kahlua) pari a circa 25 cl.
55,6% di cola (pepsi, coca cola a seconda dei vostri gusti) pari a circa 140 cl.
22,2 % di birra Guinness di tipo stout (in mancanza va bene una qualsiasi birra scura) pari a circa 60 cl.
Ghiaccio a cubetti 

Procedimento:

Versare la vodka ed il liquore al caffè sul ghiaccio che precedentemente avrete predisposto in un bicchiere da long drink. Fatto questo aggiungete la coca cola (o la pepsi a seconda delle vostre preferenze) ed infine aggiungete la birra Guinness. A questo punto introducete una cannuccia e mescolate leggermente il contenuto del bicchiere per dare agli ingredienti la possibilità di miscelarsi. A questo punto potete servire il vostro Cocktail.

Nota Bene:

Essendo la ricetta americana l’unità di misura usata originariamente era l’oncia, espressa con la sigla 1 oz che appunto significa 1 oncia corrisponde circa a 28 grammi, non potendo convertire i grammi in cl (questo perché passando da cl a grammi otterremmo risultati differenti, infatti il peso dipende dalla densità del liquido, quindi a parità di peso varia la quantità di liquido in funzione della sua densità e questo porterebbe inevitabilmente nello sbagliare le dosi per il cocktail che così facendo ne risulterebbe inevitabilmente rovinato) abbiamo espresso il tutto in percentuale (dopo aver fatto le opportune prove sul campo)

Altra cosa da tenere bene a mente è che al variare degli ingredienti varierà anche il sapore del Cocktail che potrà risultare più o meno dolciastro, più o meno deciso ed incisivo. Come per altre ricette che vi abbiamo proposto, anche in questo caso esistono diverse varianti a questo Cocktail, ma quella che stiamo postando è la più comune. Ovviamente chiunque può personalizzare il cocktail come meglio crede e, perchè no, crearne uno nuovo.

(*) Per i cocktail spesso si trovano termini come “un cucchiaio da bar” oppure “3/10 o 3 parti” o come in questo caso 11,1%. Facciamo un po’ di chiarezza. La quantità di alcool in ogni bicchiere è generalmente 7 centilitri. Uno short drink contiene tra 6 e 12 cl per bicchiere, mentre un long drink ne può contenere tra i 12 e i 25 cl per bicchiere. Uno spruzzo corrisponde a circa 5 grammi, mentre un cucchiaio da bar corrisponde a circa 8 grammi. Un cucchiaio da tavola misura 15 grammi, un bicchiere da liquore circa 25 grammi, un bicchiere da cocktail circa 50 grammi, un bicchiere da long drink da 120 a 250 grammi, mentre un bicchiere da vino è circa 80 grammi. Quando si parla di percentuali o frazioni, la misura si riferisce al contenuto nella sua totalità. Per esempio, un bicchiere da cocktail contiene circa 50 grammi, pertanto 1/4 equivale a circa 12 grammi.

5 commenti a Nemesis Long Drink

  • burt  dice:

    nemesis che presenta nemesis 🙂
    mi intriga molto questo long drink con la Guinnes, sabato me l’ho farò preparare dal mio barman di fiducia

  • Percasoposso  dice:

    do ragione a burt il cocktail cattura l’interesse ma dove trovo la Guinnes? Al supermercato non mi sembra d’averla mai vista

  • Gregory  dice:

    ho lo stesso problema di percasoposso. Avete idee su come risolvere?

  • Sophie  dice:

    provate nei negozi specializzati (quelli che vendono acque, e birra per intenderci) o nelle bottiglierie e se nemmeno li trovate c’è sempre il santo google che risolve il problema……

  • duffman  dice:

    provato lo scorso natale durante una vacanza studio in california….veramente buono…ed ora che so come si prepara mi attrezzo per l’estate 🙂

Lascia una risposta

Testo prima del form

È possibile utilizzare questi tag HTML e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*