Minestra di formaggio

Per minestra s’intende un cibo di solito servito dopo un antipasto, nel caso sia a base asciutta (pasta o altro), o come prima portata nel caso sia una pietanza liquida (in brodo). Ciò a valere nei pasti (pranzi o cene) formali. Nella normale alimentazione giornaliera in famiglia o al ristorante rappresenta – in genere – il primo piatto del pasto meridiano o serale. Nell’accezione più comune del termine, nella gran parte delle zone d’Italia, per “minestra” s’intendono i primi piatti a base liquida.

La minestra è una preparazione del cibo che ha larga diffusione specialmente in Italia. Per la sua gradevolezza al palato, per la sua relativa maggior economicità e digeribilità rispetto ai piatti a base di carne si è largamente diffusa anche in altri paesi europei e nordamericani. A ciò hanno contribuito la presenza all’estero degli emigrati, le positive esperienze dei turisti che hanno visitato l’Italia e un grande miglioramento delle tecniche di cucina che le nuove generazioni di cuochi e ristoratori di scuola italiana hanno introdotto (specialmente negli ultimi 30/40 anni).

Originariamente la minestra era un piatto povero e tipico delle popolazioni rurali che era però arricchito ed elaborato nelle occasioni festive e sulle tavole dei “signori”. L’aspetto e la preparazione di una minestra possono variare da una semplice zuppa di verdura ad un elaborato timballo di pasta al forno.

Anche nelle cucine orientali vi è abbondanza di preparazioni brodose, ad esempio lo Tom Yam thailandese o il Ramen giapponese.

Ingredienti per 4 persone:

80 g di formaggio olandese,
60 g di fontina,
35 g di farina e di burro,
1,250 l di brodo,
2 cucchiai di parmigiano grattugiato,
1 cuore di sedano,
noce moscata,
sale.

Procedimento:

In una casseruola far sciogliere sul fuoco il burro mescolandolo alla farina. Poco per volta versare il brodo continuando a mescolare per evitare il formarsi di grumi. Ottenuta una crema molto liquida, farla sobbollire* coperta per 10 minuti e intanto tagliare a grosse scaglie i 2 formaggi e tritare fino il cuore di sedano. Versare tutto nella minestra unendo, una puntina di noce moscata, mescolare e servire con il parmigiano.

Nota Bene:

Cuocere la vivanda a ebollizione appena percettibile.

Tags:  

Lascia una risposta

Testo prima del form

È possibile utilizzare questi tag HTML e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*