Abaloni alla californiana

Haliotis è un genere di molluschi gasteropodi marini, comunemente noti come aliotidi, orecchie di mare o abaloni. È l’unico genere della famiglia Haliotidae. Sono molluschi a conchiglia rigida.

L’ossigeno viene estratto dall’acqua che penetra nelle branchie localizzate sotto la conchiglia. In seguito l’acqua viene ricacciata attraverso una fila di fori. Le loro dimensioni variano dai 2,5 ai 30 cm. Pesci, uccelli marini, lontre di mare, granchi e stelle di mare si nutrono di loro. A volte si ritrovano delle perle scure al loro interno.

Le conchiglie degli abaloni vengono apprezzate dai collezionisti e nella fabbricazione di gioielli mentre la loro carne viene spesso utilizzata in cucina per dei piatti a base di mare.

In California si sono emesse specifiche leggi per evitare la sua estinzione. Fra esse vi è il divieto di esportazione, che non esiste in Messico e Giappone.

Ingredienti per 4 persone:

– quattro abaloni (orecchie marine),
– due uova,
– sale,
– due cucchiai di Bourbon whisky,
– olio di semi,
– 50 g di pangrattato,
– un cespo di lattuga,
– un cucchiaio di prezzemolo tritato,
– un limone.

Procedimento:

L’abalone è un raffinatissimo mollusco a una sola valva e di grosse dimensioni, tipicamente californiano: potrete trovarlo surgelato nei migliori negozi di gastronomia; il corrispondente mediterraneo è “l’orecchia marina” o “orecchia di san Pietro”. Pulite bene gli abaloni e lavateli sotto l’acqua corrente; poi togliete con delicatezza i molluschi dalle valve e tenete entrambi da parte. Sbattete in una terrina le uova con un pizzico di sale e il whisky: immergetevi gli abaloni, lasciandoli macerare per 15 minuti. Trascorso questo tempo, fate scaldare abbondante olio nella padella dei fritti. Passate gli abaloni nel pangrattato, quindi friggeteli bene da tutti i lati nell’olio bollente; non appena saranno pronti, poneteli a sgocciolare su un foglio di carta assorbente da cucina per privarli dell’unto eccedente e teneteli in caldo. Lavate la lattuga, asciugatela delicatamente e utilizzate le foglie più belle per foderare le valve dei molluschi. Disponete su ognuno di questi “letti” un mollusco fritto, cospargete di prezzemolo tritato e decorate con fettine di limone. Servite ben caldo.