Gnocchetti ai funghi

Gli gnocchi sono una preparazione di cucina estremamente diffusa in molti paesi del mondo e presentano differenze notevoli da un tipo all’altro sia per forma che per ingredienti. Per semplificare possiamo definirli come piccoli pezzi di impasto, solitamente di forma tondeggiante, che vengono bolliti in acqua o brodo e quindi conditi con salse varie.

Gli gnocchi sono un cibo antichissimo, preparato con farine differenti: farina di frumento, di riso, di semola, con patate, pane secco, tuberi o verdure varie.

Quelli più diffusi in Italia oggi sono preparati con le patate. Altri, spesso soprannominati alla romana, vengono preparati con il semolino; altri ancora con farina di mais; inoltre vengono usati svariati altri ingredienti in base alla tradizione locale/regionale. Possono venire serviti come primo, come è tradizione in quasi tutta Italia, come piatto unico o come contorno. Quest’ultimo caso è più frequente per i knödel centreuropei.

Ingredienti per 4 persone:

mollica di pane raffermo 350 g,
farina 60 g,
salame 50 g,
un quarto di latte,
2 uova,
prezzemolo tritato,
polpa di pomodoro 250 g,
grana grattugiato,
un porro,
vino bianco,
un fungo porcino,
brodo,
olio,
sale, e pepe q.b.

Procedimento:

Ammorbidite nel latte la mollica di pane. Fate appassire il porro a pezzi in 3 cucchiai di olio. Aggiungete il porcino a fette e cuocete per 5 minuti. Spruzzate con il vino, salate, pepate e aggiungete la polpa di pomodoro e il prezzemolo tritato: cuocete 10 minuti. Strizzate il pane e aggiungetevi il salame tritato, la farina, le uova sbattute, sale e pepe. Formate gli gnocchetti che lesserete in brodo caldo. Poi scolateli e conditeli con salsa di pomodoro e grana.

Tags: