Caserecce al pesto di pistacchi di Bronte

La pasta al pesto di pistacchi è un gustoso e delicato primo piatto ottenuto grazie ad un elemento gastronomico specifico della nostra terra: il pistacchio.

Questo smeraldo siciliano si presta in tutti i campi della cucina  siciliana, oltre ad un diffuso impiego in pasticceria, è tuttavia molto gradito anche come condimento di secondi piatti, o crema da spalmare su crostini da aperitivo, o semplicemente come frutto secco da sgusciare e gustare sul momento, ma alcuni lo impiegano anche nella preparazione di primi piatti come faremo noi oggi.

La ricetta che stiamo per proporvi la si può preparare sia con il pesto di pistacchi già pronto in barattoli, che con quello preparato in casa seguendo la descrizione che appresso vi daremo, diversa dal pesto di pistacchi e mandorle che vi abbiamo mostrato qualche giorno fa.

Come sempre è bene tener presente che, per la buona riuscita della ricetta, nel primo è nel secondo caso,  è necessario il pistacchio di Bronte, perché questo prodotto, crescendo nei terreni lavici alle pendici dell’Etna, produce frutti dal particolare colore verde smeraldo e soprattutto, dal forte profumo che lo contraddistinguono, aroma che molto facilmente ritroviamo nei piatti che lo vedono come ingrediente. Non a caso il pistacchio di Bronte è considerato il principe dei pistacchi ed è annoverato fra i presidi slow food della Sicilia.

Ingredienti per il pesto di pistacchi

150 grammi di pistacchi di Bronte
100 grammi di gherigli di noce
Una buona manciata di foglie di basilico
Sale e pepe q.b.
Olio extravergine d’oliva
Qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato (o altro secondo i gusti)

Procedimento per ottenere il pesto di pistacchi:

Sgusciare i pistacchi, eliminare la buccia esterna e quindi metterli per pochi minuti in acqua bollente. Toglierli dal’acqua e eliminare la buccia che ricopre i pistacchi. A questo punto, per preparare il pesto, la tradizione prevede l’uso del mortaio, tuttavia, usando qualche piccolo accorgimento vi consigliamo l’uso di un cutter che è più sbrigativo ed efficace nello stesso tempo: mettere nel cutter i pistacchi, le noci ed il basilico e far girare (ad intermittenza, per non far riscaldare il basilico) in modo di ottenere un composto grossolano. A questo punto aggiungere gradatamente l’olio a filo fino ad ottenere  un impasto cremoso, ed infine amalgamare al pesto il formaggio grattugiato.

Per la pasta:  ingredienti per 6 persone

Un barattolo di pesto di pistacchi di Bronte (oppure vedi ricetta)
600 grammi di caserecce (ma va bene qualsiasi altro tipo di pasta)
50 grammi di granella di pistacchi di Bronte
Parmigiano grattugiato q.b. (o altro formaggio se usate il pesto in barattolo)

Mettere a cuocere la pasta in abbondante acqua salata e, quando sarà al dente, scolarla  (avendo l’avvertenza di  tenere da parte un po’ dell’acqua di cottura con il suo amido). Versare la pasta in una grossa padella, insieme a qualche abbondante cucchiaio di pesto, e farla saltare scuotendo la padella. Unire, poco alla volta, un po’ di acqua di cottura  della pasta, in modo da permettere ai grassi di emulsionarsi con l’acqua stessa e formare una salsina che avvilupperà  la pasta. A questo punto amalgamare il tutto con il resto del pesto e servire spolverando con granella di pistacchi. Se avete usato il pesto in barattolo, spolverare anche un po’ di formaggio grattugiato.

Tags:  

Lascia una risposta

Testo prima del form

È possibile utilizzare questi tag HTML e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*