Carpaccio di orata con zucchine

Il mediterraneo è ricco di tante prelibatezze che arricchiscono le tavole delle zone che si affacciano su questo mare e la Sicilia non fa certo eccezione. Oggi vi proponiamo una ricetta che ha per protagonista l’orata, molto facile da trovare in pescheria dove la si potrà trovare sia di mare che d’allevamento.

A parte la differenza di costo tra le due è sempre preferibile quella d’allevamento non perché costi meno, ma più semplicemente perché in questo caso l’orata è seguita fin dal suo concepimento e quindi è molto più controllata e curata anche nell’alimentazione. I puristi però prediligono quelle di mare dando come motivazione una differenza  di sapore. Noi ci limitiamo, come sempre, a consigliarvi di provarle entrambe e di far scegliere al vostro palato quella che preferite.

Ingredienti Dosi per 4 persone:

2 filetti di orata freschissima di 600 g,
8 zucchine novelle con il fiore,
un limone,
mezzo cucchiaino di cumino in polvere,
olio extravergine d’oliva,
un peperoncino intero,
sale q.b.

Procedimento:

Spianate i filetti di orata con una pinzetta, poi tagliateli a fettine molto sottili. Per ottenere un buon risultato mettete il pesce pulito in freezer per 10 minuti. Distribuite le fette in 4 piatti.

Riunite in una ciotola 4 cucchiai di olio d’oliva, il succo del limone, il cumino, una presa di sale e il peperoncino sbriciolato. Sbattete energicamente. Versate la vinaigrette sull’orata, coprite con la pellicola e mettete in frigo per mezz’ora.

Pulite, lavate e tagliate a fettine sottili le zucchine, poi fatele saltare in una padella antiaderente con 2 cucchiai di olio d’oliva per 3-4 minuti. Quindi salate, unite i fiori di zucchina mondati, lavati e tritati. Continuate la cottura per altri 2-3 minuti. Lasciate intiepidire poi versate sul pesce.

Tags:  

Lascia una risposta

Testo prima del form

È possibile utilizzare questi tag HTML e gli attributi: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*